SICUREZZA

Protezione della privacy sul software di poker

Tutte le comunicazioni tra il nostro client in esecuzione sui computer dei clienti ed i nostri server sono crittografati. È importante notare che, in senso stretto, la crittografia stessa non garantisce la privacy. Ad esempio, un sito in cui le carte in mano di tutti i giocatori vengono trasferite a tutti, non è sicuro indipendentemente dalla crittografia. Ecco perché PlaylogiQ ha investito notevolmente nel progettare un Sistema sicuro e chiare politiche di sicurezza.

Il primo punto in cui la sicurezza diventa un fattore importante è quando il software client viene scaricato dal sito PlaylogiQ Poker. Dobbiamo assicurare che il software client sia scaricato senza modifiche. Per soddisfare questo requisito, rispettiamo tutte le normative pertinenti, incluse le norme sulla protezione dei dati, gli avvisi legali e / o regole analoghe in Europa, tenendo conto della direttiva sulla protezione dei dati (direttiva 95/46 / CE) e della direttiva sulla tutela delle comunicazioni elettroniche ( Direttiva CE / 2002/58 / CE).
La collusione è una forma di truffa in cui due o più giocatori si segnalano le loro carte traendo vantaggi a scapito degli altri giocatori dello stesso tavolo. Mentre da una parte è più facile passare le informazioni tra i giocatori in collusione sul poker online rispetto alle sale poker dal vivo, è molto più difficile evitare l’individuazione eventuale della collusione in quanto le carte per tutti i giocatori possono essere esaminate anche dopo il gioco. Non importa quanto sia sofisticata la collusione, può riguardare anche solo una mano di gioco che evidentemente non si sarebbe svolta in quel modo senza collusione. I nostri metodi di rilevazione sono finalizzati a catturare schemi di gioco inusuali ed avvisare il personale di sicurezza affinchè svolga un’indagine approfondita. La Società esaminerà anche le eventuali segnalazioni di tutti i giocatori circa una sospetta collusione. La Società si riserva il diritto di sospendere in modo permanente qualsiasi conto gioco trovato a partecipare a qualsiasi forma di collusione.
Il Chip Dumping è una forma particolare di collusione, specifica dei tornei multi-tavolo, che consiste nel passaggio di chips da un giocatore all’altro allo scopo di aumentare le possibilità di vincita di uno o dell’altro giocatore. Le vincite vengono quindi divise tra i “colluders”.
Il riciclaggio di denaro è illegale. Pertanto qualsiasi segnalazione a riguardo comporterà la chiusura immediata del conto gioco e l’eventuale segnalazione del caso alle autorità competenti.
“L’utilizzo di metodi aritmetici per riprodurre cifre casuali viene considerate frode.” – John von Neumann, 1951. Capiamo che l’utilizzo di uno shuffle corretto ed imprevedibile è fondamentale per il nostro software. Per garantire l’imprevedibilità del gioco e per garantire un gioco equo, utilizziamo due generatori di dati assolutamente casuali: gli input dell’utente, compreso il riepilogo dei movimenti del mouse e la temporizzazione degli eventi, ed un reale software capace di generare numeri casuali che utilizza il rumore termico come fonte di entropia. Entrambe le soluzioni generano sufficiente entropia per garantire un gioco equo e imprevedibile.
Un mazzo di 52 carte può essere mescolato in 52 modi. 52! È circa 2 ^ 225 (precisamente in 80, 658, 175, 170, 943, 878, 571, 660, 636, 856, 404, 000, 000, 000, 000, 000, 000, 000, 000, 000 , 000.000.000 modi). Utilizziamo 249 bit casuali da entrambe le sorgenti di entropia (input utente e rumore termico) per ottenere una distribuzione statistica uniforme e imprevedibile. Inoltre, applichiamo regole conservative per far rispettare il grado di casualità richiesto. Per esempio, se l’input utente non genera la quantità di entropia necessaria, la mano successiva non viene avviata fino a che non si ottiene la quantità richiesta di entropia dal TRNG (RANDOM NUMBER GENERATOR). Il TRNG utilizza un algoritmo specifico per garantire che le carte non possano essere né previste né correlate tra loro.